IL VADEMECUM DELLE VACANZE CON FIDO

Come prepararlo al viaggio? Quale il cibo più indicato? Quale trasportino scegliere e cosa portare in vacanza? Sono solo alcune delle domande che ci si pone più frequentemente prima di partire e a cui trovare risposta in questo vademecum che aiuterà a prepararsi e ad affrontare con maggiore serenità la vacanza in compagnia del nostro amico peloso.
Per vivere al meglio il rapporto con i nostri cani e rendere la vacanza un momento unico e speciale anche per loro, è importante organizzare bene alcuni piccoli ma importanti dettagli. Ecco alcuni suggerimenti che vi torneranno utili.

Documenti

Ricordatevi di portare sempre con voi i documenti necessari: il certificato di iscrizione all’anagrafe che riporta il suo numero di microchip e il passaporto individuale. Il primo vi permetterà di identificare il vostro amico nello sfortunato caso di smarrimento, il secondo viene rilasciato dal vostro medico veterinario ed è richiesto per viaggi in altri Paesi, anche europei. Se siete diretti all’estero, è bene informarsi presso il Consolato o il servizio sanitario del paese ospitante sulle vaccinazioni richieste agli animali, che possono essere molto restrittive. Anche in Italia in alcune zone è obbligatoria la vaccinazione antirabbica perciò è bene informare per tempo il proprio medico veterinario sulla destinazione del viaggio affinché possa fare, se prevista, anche questa vaccinazione.

Prepara il cane al viaggio

Prima di affrontare qualsiasi tipo di viaggio, bisogna abituare il cane al trasportino. Affinché possa viaggiarci dentro deve percepirlo come un luogo comodo e sicuro. La scelta del modello adatto è fondamentale per assicurargli un viaggio quanto più confortevole possibile. Preferite quelli con struttura solida, angoli smussati, porta a griglia e fori per la ventilazione. Le dimensioni devono essere adeguate a quelle dell’animale, con spazio sufficiente da permettergli di stare in piedi e sdraiarsi, ma senza essere esageratamente grande onde evitare di sballottarlo ad ogni movimento durante il trasporto. È consigliabile procurarsi il trasportino molto tempo prima di partire, in modo da poterlo abituare a più riprese prima della vacanza e scegliere con cura la sua collocazionedurante il viaggio, tenendo conto del caldo, del sole, del movimento del mezzo.

La toelettatura

La vacanza è un evento che esula dalla quotidianità della vita di un cane: si troverà spesso fuori casa in un luogo a lui sconosciuto e in ambienti diversi da quelli in cui di solito si muove. Per questo motivo, una volta arrivato, andrà sicuramente ad esplorare il luogo del vostro soggiorno e le nuove zone frequentate, senza badare troppo alla pulizia. Sabbia, terra, erba, salsedine, acqua, spighe possono danneggiare il pelo o accumularsi sulle parti del corpo più esposte. Prima di partire, portate il vostro cane da un toelettatore per preparare il mantello e facilitarvi la pulizia quotidiana durante la vacanza. Attenzione: per i cani il pelo è un ottimo isolante perciò, se viaggiate in estate e sosterete insieme a lui sotto al sole, non fatelo tosare altrimenti rischierà di ustionarsi oppure di essere esposto ad un colpo di calore.

Preparare la valigia

Ricordate di portare un oggetto, un gioco o una copertina che sia familiare e ricordi casa al nostro cane. Questo lo aiuterà ad affrontare con più facilità il viaggio e ad ambientarsi nei luoghi della vacanza. Spazzola, salviettine antibatteriche, asciugamano sono tutti oggetti che non dovrebbero mancare per la cura della sua igiene. Non dimenticate ciotole da viaggio, il suo mangime per evitare cambi repentini, fermenti lattici che possono aiutarlo per eventuali squilibri dovuti allo stress da viaggio. La museruola e il guinzaglio, soprattutto se si viaggia con un cane di taglia grande, sono indispensabili perché può esservi richiesto di farli indossare all’animale quando si trova nei locali pubblici.

Il viaggio

Qualunque sia il mezzo per viaggiare, sarebbe bene fare delle pause ogni due ore di viaggio. Programmate delle soste e dategli la possibilità di sgranchirsi un po’ le zampe, dissetarsi con acqua fresca e fare i suoi bisogni, facendo attenzione che non si spaventi scendendo dal mezzo, e che non possa scappar via impaurito. È preferibile non dargli cibo poco prima e durante il viaggio, onde evitare nausea e malesseri. Evitate di lasciarlo in auto da solo, in estate soprattutto, quando le temperature raggiungono picchi elevati anche con il mezzo parcheggiato all’ombra.

Il soggiorno

Dovunque decidiate di alloggiare, e per quanto pet friendly possa essere la struttura, è importante avere cura e rispetto degli ambienti. Nel rientrare in stanza ricordatevi di pulire le zampe del vostro animale e di spazzolar via eventuale sabbia o sporcizia che può avere sul pelo dopo una giornata di scorribande. Alcuni cani inoltre, sono più vivaci di altri e il loro abbaiare può disturbare i vostri vicini di casa o di stanza. Cercate di tranquillizzarli e far sì che siano a proprio agio nell’alloggio, questo farà stare meglio tutti quanti.

L’alimentazione

Spesso in viaggio capita di cambiare abitudini alimentari e ciò può accadere anche nella gestione dell’animale. Di norma, il cibo secco è la soluzione più pratica, ma esistono in commercio confezioni di cibo umido in formati comodi e pratici da portare con sé durante il viaggio. Se prevedete di dover cambiare l’alimentazione dell’animale durante la vacanza, cominciate ad inserire gradualmente il nuovo alimento già qualche giorno prima della partenza. Questo lo aiuterà ad accettare il cambiamento e lo metterà al riparo da disturbi gastrointestinali. Anche in vacanza è importante non trascurare la loro igiene orale quotidiana e, se lavare i denti con lo spazzolino dovesse rivelarsi troppo complicato, fate ricorso agli snack che aiutano a prevenire la formazione di placca e tartaro e a mantenere sani denti e gengive e che sono, tra l’altro, un appetitoso passatempo da sgranocchiare.

Attenzione al sole

Se avete intenzione di fare passeggiate in montagna o di andare al mare, non dimenticatevi che il sole può ustionare la pelle del cane proprio come capita a noi. Assicuratevi di avere a disposizione una buona protezione solare specifica per cani, da applicare nelle aree più esposte come il naso e le orecchie. Evitate, inoltre, di far tosare il mantello perché il rischio ustioni e colpi di calore aumenterebbe. Inoltre, se andate in spiaggia, ricordatevi a fine giornata di risciacquare accuratamente zampe e pelo per evitare che sabbia e salsedine possano creargli irritazioni. Infine, portate con voi una ciotola perché abbia costantemente acqua fresca disponibile.

Nei luoghi pubblici o affollati

È naturale che voi amiate il vostro animale, ma non è detto che tutti la pensino allo stesso modo. Le altre persone non conoscono il vostro cane e può essere difficile per loro capire come approcciarlo o come comportarsi, per paura o per altri motivi personali. È bene quindi stare sempre attenti a come il vostro animale interagisce, specie in presenza di bambini che possono provocare reazioni inaspettate ed avere cura di tutelare anche lo stesso animale da eventuali approcci invadenti o a lui indesiderati.

Portalo dal veterinario e dal toelettatore

Per ristabilire le abitudini, una volta tornati è sempre consigliabile portare il vostro amico a fare una visita di controllo generale dal veterinario. Per quante attenzioni si possano prestare, non siamo mai consapevoli al 100% di quello che il nostro amico a quattro zampe annusa, mangia o lecca e per evitare che problematiche facilmente risolvibili si aggravino, una visita di controllo servirà ad eliminare ogni dubbio. Fate anche un passaggio in toelettatura per assicurarvi che il pelo e le unghie siano in buono stato, per un rientro perfetto dalla vostra splendida vacanza.